La quota associativa riferita all’anno solare scade il prossimo 31 dicembre 2022.
Come da disposizioni dello Statuto di Italian Resuscitation Council, il rinnovo della quota associativa annuale deve essere effettuato entro il 31 gennaio 2023.
Il rinnovo potrà essere effettuato a partire dal giorno 1 dicembre 2022.

Per i nuovi Soci: E’ possibile richiedere l’iscrizione all’Associazione direttamente online QUI oppure cliccando sul pulsante “Diventa Socio IRC” presente nel riquadro grigio dell’Area Riservata. Una volta compilato il form, la Segreteria IRC ti confermerà l’avvenuta ricezione della tua domanda, e ti informerà in merito alle procedure da seguire per ufficializzare la tua iscrizione e il versamento della quota associativa.

Quote associative anno 2023:

Medici: € 85,00

Infermieri e ostetriche: € 40,00

Quota iscrizione all’Albo degli istruttori IRCnon soci, formati secondo la metodologia IRC (è possibile richiedere l’iscrizione all’Albo direttamente online QUI oppure cliccando sul pulsante “Iscriviti all’Albo Istruttori” presente nel riquadro grigio dell’Area Riservata. Una volta compilato il form, la Segreteria IRC ti confermerà l’avvenuta ricezione della tua domanda, e ti informerà in merito alle procedure da seguire per ufficializzare la tua iscrizione):

Società Scientifiche con convenzione: Secondo accordi specifici per professioni non sanitarie: € 10,00

Il pagamento della quota associativa può essere effettuato:

-On-line, con carta di credito, accedendo all’area riservata con le proprie credenziali di Socio IRC (con aggiornamento automatico del profilo di Socio).

-Con bonifico bancario (beneficiario Italian Resuscitation Council):

Intesa San Paolo
filiale Terzo Settore Emilia Est, via degli Artieri 2, 40125 Bologna
IBAN: IT86D0306909606100000175064
causale: quota associativa 2023 *nome *cognome

E’ possibile effettuare un unico bonifico per le quote associative di più persone, specificando nome e cognome di ogni Socio.

Ricordiamo che il rinnovo della quota associativa per l’anno solare 2023 deve essere effettuato entro il 31 gennaio 2023, come da disposizioni dello Statuto.