Manuali e pubblicazioni suggerite

Leggi anche

  • Nuovo database di IRC
  • Congresso ERC 2017
  • Quota associativa 2017

Lettera di fine anno ai Soci IRC

Lettera del Consiglio Direttivo ai Soci IRC

Condividi

Cari Soci,

È arrivato il momento di augurarvi un felice Natale e un buon inizio di Anno nuovo prendendoci qualche minuto per guardare indietro al 2016 e a ciò che abbiamo vissuto insieme. Ci sembra una buona occasione per aggiornarvi sui progetti completati nel 2016 e su quelli che vedranno il loro completamento nel 2017.

Il Consiglio Direttivo IRC ha girato l’Italia con gli appuntamenti di “Incontriamoci” per capire quali fossero le esigenze e le aspettative di tutti voi. Le abbiamo inserite tra le tante priorità a cui abbiamo dedicato le nostre energie per dare slancio, autorevolezza e prestigio alla nostra Associazione.

Siamo orgogliosi di aver portato a termine alcuni obiettivi e siamo ancora pieni di energia per affrontare il nostro secondo anno di attività e completare quanto ancora manca all’appello.

E’ stato un anno con eventi positivi e negativi per l’Italia e per tutti noi.

Il primo ricordo è dedicato alle vittime dei terribili eventi che hanno funestato quest’anno il nostro paese: l’incidente ferroviario tra Andria e Corato in Puglia e le scosse di Terremoto ad Amatrice, Norcia e nell’Italia centrale. In queste circostanze dolorose e angoscianti, la dedizione e la professionalità con cui il mondo del volontariato e dei professionisti del soccorso ha portato aiuto alle popolazioni colpite sono un forte segno di speranza per il nostro contraddittorio Paese. Un ringraziamento sentito a tutti coloro che in qualsiasi modo hanno partecipato, o lo stanno ancora facendo, a questo enorme sforzo.

Per quanto riguarda la nostra Associazione ci sono numerosi aggiornamenti che vogliamo condividere con voi.

Dal punto di vista societario e istituzionale abbiamo completato gli assetti dell’universo IRC. Italian Resuscitation Council, associazione scientifica no profit con personalità giuridica riconosciuta, è tornata al suo originale status di associazione senza scopi di lucro. Alla fine del 2015 la Fondazione IRC, anch’essa no profit, ha iniziato la sua attività affiancando IRC come alleata per la ricerca scientifica e il sostegno ai sopravvissuti colpiti da arresto cardiaco. Le due società commerciali, IRC Edu e IRC Edizioni, collegate a IRC e Fondazione IRC, sono il cuore organizzativo e di servizio alle due società no profit.

IRC, ad aprile del 2016, è nuovamente diventata Socio ordinario della Federazione delle Società Medico Scientifiche Italiane (FISM), importante punto di riferimento e comunicazione con le istituzioni.

All’inizio del 2016 è stata pubblicata la traduzione italiana delle linee guida ERC 2015 grazie al lavoro gratuito di molti volontari. La traduzione delle linee guida ha ricevuto il patrocinio del Senato della Repubblica e del Ministero della Salute a confermare il ruolo istituzionale di IRC nel campo della rianimazione cardiopolmonare.

Questi temi sono stati presentati ai soci che ci hanno voluto incontrare dai primi mesi del 2016 in giro per l’Italia: da marzo a giugno, 16 eventi interregionali hanno permesso a più di 500 soci disponibili di condividere con il Consiglio Direttivo IRC idee, proposte, problemi e suggerimenti.

Anche per quanto riguarda l’impegno di IRC per la diffusione delle manovre di RCP e la sensibilizzazione nella popolazione generale ci sono stati importanti aggiornamenti.

A luglio 2016 IRC, congiuntamente con ERC, ha pubblicato la dichiarazione sull’insegnamento della RCP a scuola in Europa intitolata “Kids Save Lives – ERC position statement on school children education in CPR”. IRC è stato identificato tra i promotori della campagna in collaborazione con il German Resuscitation Council. A dicembre 2015, il logo creato da IRC in Italia per Kids save lives, la campagna mondiale supportata dall’OMS e promossa in Europa da ERC, era già diventato il logo internazionale ufficiale adottato da ERC.

La favola interattiva per bambini “Un picnic mozzafiato” è ancora più coinvolgente grazie all’ulteriore sviluppo reso possibile dalla campagna di crowd-funding di Eppela e con la collaborazione di Belgian Resuscitation Council e German Resuscitation Council ora i nostri piccoli amici del bosco sanno parlare in ben 5 lingue (italiano, inglese, tedesco, francese e olandese). E ne stanno imparando altre!

IRC fa parte dei consulenti scientifici del tavolo interministeriale tra MIUR e Ministero della Salute per l’applicazione dell’articolo 1 comma 10 della Legge sulla Buona Scuola che introduce l’insegnamento del primo soccorso nelle scuole italiane.

Com’è ormai tradizione, anche quest’anno si è svolta “Viva! La settimana per la rianimazione cardiopolmonare” promossa da IRC in tutta Italia dal 17 al 23 ottobre. Nella stessa settimana si è svolto il Congresso Nazionale IRC a Milano e il Mass training “Kids save lives” nel corso del quale con la collaborazione virtuosa di molte associazioni, è stato possibile formare al BLS-D più di 2500 studenti e cittadini lombardi. E’ nostra intenzione accompagnare periodicamente il Congresso Nazionale IRC con eventi di formazione per la popolazione in modo da lasciare una eredità solidale nelle zone in cui viene organizzato il Congresso IRC.

Dal punto di vista scientifico il 2016 è stato un anno molto fecondo per IRC.

A giugno 2016 è stato pubblicato su Resuscitation l’importante studio internazionale EuReCa One, pietra miliare della raccolta dati sull’arresto cardiaco extraospedaliero. IRC è stato il promotore e l’attore principale di questa raccolta in Italia attraverso l’arruolamento di 8 centri pilota nell’ottobre 2014.

Nelle ultime settimane, sempre su Resuscitation, sono apparse due importanti Survey italiane: una sulla RCP telefonica guidata dall’operatore delle centrali operative 118/112 e l’altra di esplorazione sul tema della RCP tra gli studenti delle scuole italiane, in collaborazione con Skuola.net.  Adesso sappiamo che il 100% delle centrali operative è disponibile a fornire informazioni sulle attività di dispatch e la voce di 9500 studenti ci dice che c’è molta voglia di imparare come soccorrere una persona con un grave malore.

Il Consiglio Direttivo è orgoglioso di avere al proprio interno tre membri con un importante riconoscimento internazionale: Andrea Scapigliati e Federico Semeraro hanno ricevuto durante il Congresso ERC in Islanda il titolo di “Fellowship European Resuscitation Council” e si aggiungono, con molto rispetto, a Giuseppe Ristagno. Questo riconoscimento è per tutta l’Associazione e rafforza l’autorevolezza e il prestigio di tutti i membri della famiglia di IRC: lo mettiamo sotto l’albero come un regalo per tutti noi.

Questi successi ci confortano ma non ci nascondono le tante difficoltà ancora irrisolte.

Il 2016 è stato anche un anno difficile e deludente per il riconoscimento della rete formativa di IRC nei diversi processi di accreditamento regionale. Nonostante i nostri sforzi, la burocrazia ipertrofica e la carenza di una visione amministrativa e politica lungimirante hanno mortificato in diverse Regioni il ruolo di IRC come società scientifica di riferimento internazionale e nazionale. Le difficoltà in particolare in Sardegna, Puglia e Campania ci aspettano nel 2017: rilanceremo i nostri sforzi legali e istituzionali per far riconoscere le ragioni di IRC.

E’ stato un anno difficile anche per il triste e inopportuno attacco al Sistema di emergenza 118 di Bologna sfociato nella sospensione per motivi deontologici dei medici che hanno supportato le procedure per il trattamento farmacologico da parte degli infermieri in ambito extra ospedaliero.

I rapporti commerciali con ERC hanno portato a chiudere l’accordo sulla traduzione dei manuali ERC 2015 soltanto a dicembre 2016 arrecando un grave danno d’immagine alla nostra Società in Italia e ritardando la produzione dei libri al 2017. Evidentemente, collaborazione scientifica e commerciale non vanno di pari passo avendo diversi interlocutori. Nonostante questo siamo riusciti a chiudere l’accordo in modo non svantaggioso come regalo di Natale per IRC.

E’ stato un anno difficile per l’ennesima proroga dei termini di attuazione della legge Balduzzi. Una legge che avevamo salutato come un’opportunità di progresso e che invece si sta trasformando in una farsa italiana dove le miopie di categoria e l’approssimazione della politica giocano irresponsabilmente ma colpevolmente sulla vita delle persone.

E’ stato un anno difficile per l’inasprirsi della competizione commerciale da parte di provider di BLS-D sorti improvvisamente come funghi e a cui è stato permesso di ergersi in modo autoreferenziale a enti di formazione e competitor di IRC aumentando la burocrazia ma finora quasi senza controlli di qualità. IRC non rinuncerà mai alla propria missione e alla sua tenace ricerca della qualità anche se apparentemente perdente in termini di puro business.

E’ stato un anno difficile, guardando in casa, per segnalazioni di comportamenti non in linea con il codice etico di IRC e per spiacevoli episodi di truffa e contraffazione di certificati e manuali.

Soddisfazioni e amarezze, successi e preoccupazioni. Questo mettiamo sotto l’albero.  Ma non molliamo e affrontiamo il nuovo anno con decisione.  A metà gennaio saranno lanciati il nuovo sito e tutti i nuovi sistemi digitali (database corsi e soci).

L’attività di public relations verrà stabilmente curata da professionisti come nel 2016 attraverso il supporto di un Ufficio Stampa e di Comunicazione Strategica che ha profondamente modificato il nostro modo di comunicare con i soci, le istituzioni e la popolazione generale.

I nostri consulenti legali e amministrativi ci aiuteranno a proteggere e rivendicare il ruolo strategico di IRC in Italia e in ogni Regione.

Nel forno del 2017 c’è molto altro in cottura: nuovi corsi trauma, i corsi post-ROSC, la formazione al primo soccorso nelle scuole italiane, progetti innovativi per la formazione in RCP, programmi di ricerca e collaborazione. Tutto questo mentre è a regime lo svolgimento dei Corsi GIC base e avanzati e direttori.

Abbiamo bisogno dei vostri suggerimenti e del vostro supporto. Vi diamo fin d’ora l’appuntamento scientifico, societario ed elettorale al Congresso Nazionale che si terrà a Genova il 13-14 ottobre 2017. Sarà l’occasione per fare un ulteriore bilancio del nostro mandato.

Nell’augurare ancora a voi e ai vostri cari giorni di Festa serena e a questo nostro mondo così tribolato un periodo di Pace e Consapevolezza, vi dedichiamo una poesia e un aforisma che ci regalino un po’ di speranza e di ironia.

Lunga vita e prosperità a IRC,

Il Consiglio Direttivo

di Italian Resuscitation Council

 

Se io avessi una botteguccia

fatta di una sola stanza

vorrei mettermi a vendere

sai cosa?

La speranza.

“Speranza a buon mercato!”

Per un soldo ne darei

ad un solo cliente

quanto basta per sei.

E alla povera gente

che non ha da campare

darei tutta la mia speranza

senza fargliela pagare.

Gianni Rodari      

 

Il lavoro d’equipe è essenziale. Ti permette di dare la colpa a qualcun altro.

Arthur Bloch

Manuali e pubblicazioni suggerite

Leggi anche

  • Nuovo database di IRC
  • Congresso ERC 2017
  • Quota associativa 2017