Manuali e pubblicazioni suggerite

Leggi anche

Fondazione IRC – Bando per due borse di studio

Scadenza presentazione domande - 14 gennaio 2018

Condividi

Bando di concorso per due borse di studio supportate dalla

Fondazione IRC Italian Resuscitation Council

per lo studio del RIAC (Registro Italiano Arresti Cardiaci)

e lo sviluppo e lo studio delle attività a supporto

sopravvissuti ad arresto cardiaco

 

Articolo 1

 

La Fondazione IRC Italian Resuscitation Council bandisce n. 2 (due) borse di studio: una a tempo pieno, di 40 (quaranta) ore settimanali e una a tempo parziale, di 20 (venti) ore settimanali, per laureati che vogliano partecipare al progetto di ricerca clinica Registro Italiano Arresti Cardiaci (RIAC) ed EuReCA (Registro Europeo Arresti Cardiaci) nel campo dell’arresto cardiaco e della rianimazione cardiopolmonare e allo sviluppo e relativo studio delle attività di supporto ai sopravvissuti ad arresto cardiaco e loro familiari.

 

La creazione di registro prospettico degli arresti cardiaci permette la raccolta di una banca dati che, a partire dal reparto di provenienza, nel caso di arresti cardiaci intra-ospedalieri, o dal database del 118, nel caso di quelli extra-ospedalieri, ricostruisce la storia dei pazienti rianimati: epidemiologia ed esiti. L’utilizzo di un database unico, denominato RIAC, rappresenta un mezzo per condurre delle survey a livello nazionale in termini di epidemiologia dell’arresto cardiaco, di implementazione del trattamento pre e post-ROSC, di qualità delle cure e di miglioramento della prognosi dei pazienti rianimati. Il registro RIAC (http://riac2014.ircouncil.it/) permette di seguire e raccogliere i dati del paziente colpito da arresto cardiaco in maniera continuativa, dal momento dell’arresto cardiaco (sia che avvenga a livello intra- che extra-ospedaliero), alla sua gestione fino al ROSC e poi durante il periodo post-rianimazione, fino alla dimissione. Inoltre, IRC partecipa allo studio EuReCa (https://www.eureca-two.eu/) offrendo i dati Italiani raccolti tramite RIAC e contribuendo così a creare a livello continentale, ciò che si sta cercando di attuare contemporaneamente a livello nazionale: la creazione di un registro degli arresti cardiaci.

 

La Fondazione IRC in collaborazione con l’Istituto Europeo di Psicotraumatologia e Stress Management (IEP), ha dato vita al progetto NOSTOS.

Lo scopo del progetto è quello di:

  • Offrire supporto psicologico ai sopravvissuti ad arresto cardiaco appartenenti ad una Cerebral Performance Category (CPC) <= 2, ovvero senza gravi esiti neurologici e cognitivi.
  • Effettuare delle ricerche ad-hoc per meglio identificare le problematiche specifiche dei pazienti e identificare quali interventi siano utili a superare le conseguenze neuro-psicopatologiche.

 

Il lavoro previsto per il borsista include la partecipazione alle seguenti attività (a tempo pieno: 5 giorni/settimana, dal lunedì al venerdì per un totale di 40 (quaranta) ore settimanali; a tempo parziale: 5 giorni/settimana, dal lunedì al venerdì per un totale di 20 (venti) ore settimanali):

 

Attività relative al database RIAC

 

  • Gestione database RIAC e RIAC/EuReCA;
  • Coordinamento network RIAC;
  • Gestione ed inserimento dati nei centri aderenti al network RIAC, tramite missioni in loco o supporto telefonico;
  • Analisi dati RIAC e RIAC/EuReCA;
  • Report periodici ai centri del network RIAC;
  • Comunicati stampa;
  • Report scientifici;
  • Stesura abstract e lavori scientifici;
  • Coinvolgimento in gestione di dati e network, e lavori scientifici aderenti ad altre iniziative pubbliche e scientifiche di IRC, quali campagna Viva! e corsi di formazione.

 

Attività relative al supporto ai sopravvissuti ad arresto cardiaco

 

  • Progetto NOSTOS:
  • Partecipazione all’identificazione e al reclutamento di pazienti sopravvissuti ad arresto cardiaco stabilendo una relazione personale empatica per via telefonica, mantenendo relazioni periodiche;
  • Organizzazione e partecipazione agli incontri con gli psicotraumatologi con cui la Fondazione collabora;
  • Collaborazione con gli psicotraumatologi nello sviluppo di un questionario psicologico da sottoporre ai sopravvissuti ad arresto cardiaco in occasione di incontri periodici e da rendere disponibile sul sito web della fondazione nell’area riservata;
  • Sviluppo di una brochure divulgativa di informazione, in collaborazione con esperti di comunicazione, sulle tematiche inerenti l’arresto cardiaco e la sopravvivenza all’evento da distribuire in tutti gli ospedali affinchè raggiunga i singoli sopravvissuti;
  • Collaborazione al monitoraggio e presidio del sito web della Fondazione e dei profili social;
  • Sviluppo strategie web di informazione e supporto ai sopravvissuti e familiari con tematiche di controllo psicologico, neurologico, cardiologico, riabilitativo;
  • Costruzione di una rete di esperti da mettere a disposizione dei sopravvissuti;
  • Partecipazione all’organizzazione di iniziative di fund-raising.

 

La durata della borsa deve avere carattere continuativo. Eventuali differimenti dell’inizio dell’attività, per comprovate esigenze o circostanze, possono essere autorizzati dal Responsabile del Progetto per conto della Fondazione. Potrà concedersi, altresì, l’interruzione della borsa, in via temporanea, nel caso in cui il titolare debba assentarsi per malattia di durata superiore a un mese, per gravidanza e puerperio o per altro grave motivo certificato, fermo restando che i periodi di interruzione dovranno essere recuperati.

 

Articolo 2

 

La borsa di studio è di durata annuale ed eventualmente rinnovabile esclusivamente tramite un nuovo bando di concorso, in base alle disponibilità economiche della Fondazione IRC allocate ai progetti di cui sopra nel biennio 2018-2019.

 

Articolo 3

 

Sono ammessi al concorso candidati italiani o stranieri, che alla data di presentazione della domanda siano in possesso di:

 

  • Laurea triennale di primo livello;
  • Diploma di laurea vecchio Ordinamento (ex ante D.M. 509/99);
  • Laurea specialistica/magistrale (laurea di secondo livello di cui al D.M. 509/99 e D.M. 270/04);
  • Titolo di studio presso Università estere e riconosciuto idoneo

 

in discipline scientifiche quali medicina e chirurgia, scienze infermieristiche, biologia e biotecnologia, statistica, chimica, farmacia, chimica e tecnologia farmaceutica, informatica, ingegneria biomedica; scienze ambientali, e discipline affini.

I requisiti devono essere posseduti alla data della scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di ammissione al concorso.

 

Articolo 4

 

Per la partecipazione al concorso sono richiesti i seguenti requisiti:

  • Essere socio IRC, in regola con le quote di iscrizione (preferibile ma non necessario);
  • Esperienza nel campo dell’arresto cardiaco e della rianimazione cardiopolmonare (indispensabile);
  • Esperienza nel campo della raccolta ed analisi dati clinici e conoscenza Utstein style per raccolta dati arresto cardiaco (indispensabile);
  • Conoscenza delle comuni piattaforme informatiche e tecniche statistiche (indispensabile);
  • Disponibilità a svolgere la propria attività presso la sede IRC di Bologna, con trasferte infrasettimanali presso i presidi ospedalieri e pre-ospedalieri aderenti al network RIAC (indispensabile).

 

Sono gradite e verranno tenute in considerazione anche le seguenti caratteristiche:

  • Esperienza nel campo della ricerca in ambito di arresto cardiaco e rianimazione cardiopolmonare;
  • Pubblicazioni e/o presentazioni a congressi scientifici;
  • Gestione statistica dei dati;
  • Capacità di programmazione.

 

Articolo 5

 

Le domande di partecipazione al concorso per la borsa di studio, dovranno pervenire alla Segreteria della Fondazione IRC entro le ore 23.59 del 14/01/2018, tramite:

 

– raccomandata A/R indirizzata alla Fondazione IRC, Via della Croce Coperta 11, 40128 Bologna, indicando sulla busta il riferimento: “Bando per 2 borse di studio Fondazione IRC”. Per il rispetto del termine di invio della domanda farà fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante;

 

oppure

 

– via posta elettronica certificata (PEC), se il Candidato dispone di indirizzo PEC personale, all’indirizzo presidente.ircouncil@pec.it. Le domande inviate per posta elettronica dovranno riportare come oggetto: “Bando per 2 borse di studio Fondazione IRC”.

 

Articolo 6

 

Alla domanda per la borsa di studio – che dovrà contenere l’indicazione dei dati anagrafici (cognome, nome, luogo e data di nascita, codice fiscale), della cittadinanza, della residenza e del recapito telefonico – e che dovrà indicare se il candidato si propone per la borsa a tempo pieno, per quella a tempo parziale o per ambedue, dovrà essere allegata la seguente documentazione in carta libera:

 

  • Domanda di presentazione, utilizzando il modulo precompilato (allegato 1);
  • Modulo esperienza professionale, utilizzando il modulo precompilato (allegato 2);
  • Curriculum Vitae completo;
  • Copia certificato di laurea con votazione finale o autocertificazione;
  • Copia documento d’identità;
  • Ogni altro titolo scientifico ritenuto utile dal Candidato.

 

In ottemperanza agli obblighi previsti dal Decreto Legislativo 231/2001, i candidati devono tassativamente dichiarare eventuali rapporti con la Fondazione IRC, con Italian Resuscitation Council o con le società da esse controllate in occasione di precedenti esperienze di lavoro, oltre ad eventuali vincoli di parentela/affinità.

Domande prive dei documenti non verranno prese in considerazione.

 

Articolo 7

 

La valutazione dei candidati si baserà sull’assegnazione di un punteggio massimo di 50 punti da attribuire come segue:

 

  • Valutazione del CV fino ad un massimo di 30 punti assegnati come segue:
  • massimo 5 punti per esperienza professionale;
  • massimo 5 punti per esperienza di ricerca;
  • massimo 5 punti per esperienza su database clinici;
  • massimo 5 punti per conoscenza piattaforme informatiche;
  • massimo 5 punti per pubblicazioni;
  • massimo 5 punti per altre esperienze attinenti al profilo ricercato.

 

  • Valutazione del candidato mediante colloquio, fino ad un massimo di 20 punti.

 

I candidati che avranno presentato la domanda per la borsa di studio entro i termini indicati nell’art. 5, con valutazione attribuita al CV pari a punti 20 (venti) o superiore, verranno convocati per il colloquio, con preavviso minimo di giorni 5 (cinque) da effettuarsi presso la Sede della Fondazione IRC, Via della Croce Coperta 11, 40128 Bologna o, eventualmente, in un’altra sede a scelta della Fondazione IRC.

 

Articolo 8

 

La valutazione della documentazione ed il colloquio saranno eseguiti dalla commissione Scientifica composta dai seguenti tre membri: Dr. Riccardo Boverio, Presidente Fondazione IRC, Dr. Andrea Scapigliati, Presidente IRC e Dr. Niccolò Grieco, Coordinatore del Comitato Scientifico IRC. I commissari, preso atto delle domande presentate, dovranno dichiarare che nessun vincolo di parentela nei termini di legge esiste tra commissari e i candidati e che nessun vincolo di parentela nei termini di legge esiste tra i commissari e che non sussistono le cause di astensione di cui all’art. 51 c.p.c..

I commissari coinvolti nei progetti di ricerca presentati dai candidati non potranno prendere parte alla valutazione ed al voto, anche se limitatamente ai progetti che li riguardano.

 

 Articolo 9

                                                                                                                                

La Segreteria della Fondazione IRC pubblicherà la graduatoria della valutazione dei candidati sul sito www.ircouncil.it e www.fondazioneirc.org e comunicherà tramite posta elettronica ai partecipanti l’esito delle valutazioni della Commissione Scientifica entro il giorno 29/01/2018. Entro il termine perentorio di 5 (cinque) giorni dalla data di ricevimento della comunicazione, l’assegnatario dovrà far pervenire alla Fondazione IRC, via posta elettronica, una dichiarazione di accettazione della borsa di studio senza riserve alle condizioni indicate nel presente bando. Decadono dal diritto alla borsa coloro che non facciano pervenire all’Ufficio competente, entro il settimo giorno successivo a quello di ricevimento della comunicazione dell’assegnazione, la dichiarazione di accettazione della borsa stessa.

L’assegnatario che, dopo aver iniziato l’attività di ricerca, non la prosegua senza giustificato motivo o si renda responsabile di gravi e ripetute mancanze o che, infine, dia prova di non possedere sufficiente attitudine alla ricerca stessa, perderà il diritto all’ulteriore utilizzo della borsa, su segnalazione del Responsabile scientifico della ricerca.

L’assegnatario può presentare volontarie dimissioni, da comunicare con raccomandata A/R con preavviso di 30 giorni.


Articolo 10

 

L’eventuale rinuncia da parte del vincitore della borsa di studio deve essere comunicata alla Segreteria della Fondazione IRC entro il giorno 02/02/2018 utilizzando una delle modalità descritte nell’art. 5.

In caso di rinuncia da parte di un vincitore, la borsa di studio sarà assegnata al primo candidato successivo in lista, risultato idoneo, sulla base dell’ordine della graduatoria di cui all’art. 9.

 

Articolo 11

 

L’attività lavorativa correlata al conseguimento della borsa di studio non comporta in alcun modo l’instaurazione di un rapporto di lavoro a qualunque titolo con la Fondazione IRC o con Italian Resuscitation Council o con le società da esse controllate. La Fondazione provvederà a nominare uno o più Tutor, con il compito di supervisionare l’attività dei borsisti.

 

Articolo 12

 

I vincitori dovranno iniziare la loro attività entro il giorno 05/02/2018. I borsisti si impegnano a redigere quadrimestralmente una relazione, controfirmata dal Tutor, dalla quale risulti lo stato di avanzamento dello studio e/o della ricerca, e ad inviarla alla Fondazione, che si riserva il diritto di sospendere i pagamenti qualora la relazione medesima non risponda in modo soddisfacente all’impegno richiesto al candidato, secondo il programma convenuto.

 

Articolo 13

 

L’ammontare delle borse di studio, della durata di 12 (dodici) mesi è stabilito in Euro 18.000,00 (diciottomila/00) lordi per il tempo pieno (40 ore settimanali) ed Euro 9.000,00 (novemila/00) lordi per il tempo parziale (20 ore settimanali), erogate con pagamenti mensili, non cumulabili con altri assegni e borse di studio.

 

Articolo 14

 

Trattamento fiscale e previdenziale. Le somme erogate a titolo di borsa di studio sono fiscalmente assimilate ai redditi di lavoro dipendente (art. 50, co.1, lett. c), TUIR,) e sono soggette a ritenuta sulla base del combinato disposto degli artt. 23 e 24 del D.P.R. 600/73. Non sorge alcun obbligo nei confronti dell’INAIL e nei confronti dell’INPS e non si dà luogo all’iscrizione del borsista alla gestione separata.

 

Articolo 15

 

Copertura assicurativa. La Fondazione IRC provvederà alla stipula di un’adeguata polizza assicurativa per i titolari delle borse contro gli infortuni e le malattie professionali, che potessero verificarsi durante il periodo di presenza presso le proprie strutture, nonché all’esterno di essa, purché la presenza sia documentata da autorizzazione scritta e motivata dal Tutor responsabile nominato della Fondazione.

 

Articolo 16

 

I vincitori, durante il periodo di utilizzazione della borsa di studio, non potranno esercitare alcuna altra attività lavorativa e dovranno frequentare la sede della Fondazione IRC e/o i centri del network RIAC a tempo pieno o parziale (sulla base della specifica del monte ore della borsa di studio), pena l’immediata decadenza.

 

Articolo 17

 

Ai sensi del Decreto Legislativo 30 Giugno 2003, n. 196, i dati forniti saranno trattati, in forma cartacea o informatica, secondo le disposizioni previste ai fini del procedimento per il quale sono richiesti e saranno utilizzati esclusivamente a tale scopo.

 

Bologna, 20/12/2017

 

Presidente Fondazione IRC         Presidente IRC                      Coord. Comitato Scientifico IRC   

Dr. Riccardo Boverio                  Dr. Andrea Scapigliati         Dr. Niccolò Grieco                   

 

Scarica il bando in formato pdf

 

Allegati:

 

  1. Modulo domanda di presentazione candidatura
  2. Modulo esperienza professionale

Manuali e pubblicazioni suggerite

Leggi anche