Obiettivi

Scopo primario dell’Associazione è quello di salvaguardare la vita umana attraverso la diffusione della rianimazione cardiopolmonare e cerebrale (RCP) in Italia, la promozione della collaborazione interdisciplinare e interprofessionale e l’ottimizzazione delle risorse a tal fine.

A tale scopo, l’attività dell’Associazione si integra con quelle di analoghe associazioni italiane e straniere e, in particolare, con quelle dell’European Resuscitation Council, del quale l’Associazione condivide le finalità. L’Associazione si uniforma alle linee guida in materia di RCP elaborate dalle Organizzazioni internazionali e alle loro future modificazioni, promuovendone la diffusione allo scopo di mantenere aggiornate le metodiche di RCP e il loro insegnamento nel nostro Paese.

In questa prospettiva l’Associazione intende, fra l’altro:

– diffondere su tutto il territorio nazionale le linee guida internazionalmente accettate per la pratica della RCP;
– partecipare al processo di aggiornamento critico di tali linee guida in tutte le sedi nazionali e internazionali;
– promuovere attività di verifica e di controllo della qualità delle pratiche rianimatorie al fine di giungere alla standardizzazione delle procedure e delle modalità di documentazione degli      interventi rianimatori, rendendo così possibile la raccolta e l’elaborazione di dati statistici;
– promuovere, curare e gestire l’aggiornamento professionale e la formazione permanente, anche mediante programmi annuali di attività formativa di Educazione Medica Continua (E.C.M.), tra l’altro indicendo annualmente un Congresso Nazionale;
– prevedere sistemi di verifica del tipo e della qualità delle attività svolte;
– elaborare e/o adattare alla realtà nazionale programmi di addestramento alla rianimazione destinati a tutti i potenziali utenti, dal semplice cittadino alle figure professionali sanitarie, procedendo, d’intesa con le Organizzazioni scientifiche internazionalmente riconosciute, all’accredito degli operatori e delle istituzioni che operano nel settore della formazione in RCP;
– promuovere e coordinare attività di ricerca;
– istituire un organismo di sorveglianza per la verifica e la revisione di qualità degli aspetti teorici e pratici della RCP;
– organizzare e partecipare all’organizzazione di convegni scientifici e manifestazioni pubbliche;
– promuovere e diffondere la formazione di una coscienza pubblica, sensibilizzando l’attenzione del mondo scientifico, istituzionale e dei sistemi di informazione alla pratica della RCP e ai problemi ad essa connessi;
– diffondere, con i più opportuni strumenti, le informazioni riguardanti le decisioni dell’Associazione e le attività da essa promosse, destinate ai soci e, possibilmente, a tutti gli operatori del settore.

Per conseguire tali scopi, l’Associazione si avvale anche dell’acquisto di beni immobili, di locali ad essa ceduti in uso gratuito o presi in locazione, di automezzi e di ogni altro strumento contrattuale consentito dall’ordinamento giuridico, ivi compresa la stipulazione di contratti di lavoro subordinato.